Ma nemmeno malinconia…

Ognuno di noi ha il proprio scrittore feticcio.

Il mio è sicuramente Ettore Mo.
Aspetto sempre con ansia i suoi articoli sul Corriere della Sera e spesso mi trovo a rileggere i suoi libri, scoprendo con piacere come riescano sempre a stupirmi.
Li prendo come base dalla quale poi analizzare la situazione internazionale attuale.
Poi ci sono gli scritti più belli a mio avviso: “Fiumi” e “Treni” riescono in modo apparentemente leggero, ma drammaticamente incisivo, a fotografare le varie realtà che il giornalista si vede scorrere davanti durante i suoi viaggi.
Ed infine questa pubblicazione.

Ho ripreso in mano questa autobiografia particolarissima: parla di luoghi, persone, del giovane Ettore che si butta in nuove situazioni con la forza e anche l’incoscienza dei vent’anni…lasciandosi alle spalle i banchi dell’università tanto amati, ma che, forse, non gli consentivano tutto il respiro del quale aveva bisogno.

Ogni libro di Mo, così come ogni suo articolo, riesce a non farmi leggere tutto a perdifiato: mi da la possibilità di fermarmi, alzare gli occhi dalle pagine, a riflettere, agganciando quello che ha scritto a quanto conoscevo già di mio, a guardarmi intorno e cercare di capire se davvero sono riuscita a far aderire il suo pensiero al mio.

Titolo: Ma nemmeno malinconia. Storia di una vita randagia
Autore: Ettore Mo
Ed: Rizzoli, 2007 187pagine, 17,50euro.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...