La pelle di Dio

“Buona notte dissi al mio bambino
tanto stanco quando il giorno finì.
Allora chiese: “Dimmi, papà,
la pelle di Dio che colore ha?”

Di che color è la pelle di Dio?
Di che color è la pelle di Dio?
E’ nera, rossa, gialla, bruna, bianca, perché
Lui ci vede uguali davanti a sé.
Lui ci vede uguali davanti a sé.

Con l’occhio innocente egli mi guardò,
mentire non potevo quando domandò:
“Perché le razze s’odiano, papà,
se per Dio siamo una sola umanità?”

Di che color è la pelle di Dio?
Di che color è la pelle di Dio?
E’ nera, rossa, gialla, bruna, bianca, perché
Lui ci vede uguali davanti a sé.
Lui ci vede uguali davanti a sé.

“Questo, figliolo, non continuerà,
l’uomo al fine imparerà
come dobbiamo vivere noi
figli di Dio da ora in poi.”

Di che color è la pelle di Dio?
Di che color è la pelle di Dio?
E’ nera, rossa, gialla, bruna, bianca, perché
Lui ci vede uguali davanti a sé.
Lui ci vede uguali davanti a sé.

Dio ci ha dato l’opportunità
di creare un mondo di fraternità.
Le razze diverse devono andar
saldamente unite da mar a mar.

Di che color è la pelle di Dio?
Di che color è la pelle di Dio?
E’ nera, rossa, gialla, bruna, bianca, perché
Lui ci vede uguali davanti a sé.
Lui ci vede uguali davanti a sé.

Disse un uomo all’America:
“Per essere unita sei fatta tu.
Un mondo nuovo può iniziare, perché
tutte le razze sono un vanto per te.”

Di che color è la pelle di Dio?
Di che color è la pelle di Dio?
E’ nera, rossa, gialla, bruna, bianca, perché
Lui ci vede uguali davanti a sé.
Lui ci vede uguali davanti a sé. “

Canzone americana degli anni Sessanta, tradotta da Costa e Marchetti.

Annunci

3 risposte a “La pelle di Dio

  1. E’ un canto di speranza…. l’uomo alla fine imparerà!
    Speriamo che arrivi a farlo presto per dare fine alla sofferenza di tanti popoli…..

  2. Questa canzone l’ho imparata in quarta elementare… ora ho 52 anni. Da allora nulla è cambiato. Ora l’ho scaricata per aver modo di insegnarla ai miei alunni di Quarta Primaria. Ancora nulla è cambiato, a parte il nome dell’ordine di scuola. Comunque insisto e la propongo e… continuo a sperare.
    Buon giorno a tutti.

  3. Buongiorno a voi, Caterina e Fausta.

    Molti vedono questa canzone zeppa di utopia.
    Io sono felice invece di averla insegnata alla mia nipotina, ed a molti altri bambini nella mia “carriera” da babysitter.
    L’ho sempre considerata come un gradino in più sul quale aiutarli a salire nella scala della tolleranza.

    E, proprio come te Caterina, anche io non demordo.

    Abbraccio entrambe.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...