Litvinenko, “Mandante fu il Cremlino” .

Accuse dei servizi segreti britannici
Il governo russo appoggiò l’eliminazione di Alexander Litvinenko, l’ex agente del Kgb avvelenato con una dose letale di un isotopo radioattivo alla fine del 2006.
Lo denuncia la Bbc citando fonti del Governo britannico: “Esistono consistenti elementi che suggeriscono si sia trattato di un’azione di stato”, ha dichiarato un funzionario dei servizi segreti britannici alle Newsnight della Bbc.

La Bbc non si ferma solo al caso del polonio con cui venne ucciso il giornalista, ma sostiene anche che l’MI5, i servizi di controspionaggio britannici, l’estate scorsa hanno sventato un complotto per eliminare anche Boris Berezovski, il miliardario russo anche lui esule in Gran Bretagna e come Litvinenko un deciso oppositore dell’ex presidente e attuale premier russo Vladimir Putin.

Per la morte di Litvinenko gli inquirenti inglesi sono comunque da sempre convinti di un qualche coinvolgimento di Mosca. Scotland Yard ha chiesto, finora senza successo, l’estradizione di Andrei Lugovoi, anche lui un ex agente del Kgb che vide l’ex collega a Londra proprio nel giorno in cui sarebbe stato avvelenato. Lugovoi ha sempre negato ogni responsabilità e così hanno fatto le autorita’ russe. Il caso tuttavia ha portato a un netto deterioramento delle relazioni tra Regno Unito e Russia.

Fonte: TGCom.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...