Lutto per la Pace: uccisa Malalai Kakar

Malalai Kakar dirigeva il dipartimento dei crimini contro le donne: più volte i taleban l’avevano minacciata. È stata assassinata questa mattina in un agguato davanti a casa sua, a Kandahar. Era la poliziotta più celebre del Paese: 40 anni circa d’età, madre di sei figli, era un simbolo nazionale. “È stata presa di mira da uomini armati questa mattina mentre si apprestava ad andare al lavoro in macchina. È morta sul colpo e uno dei suoi figli, che era con lei, è rimasto ferito” ha raccontato Zalmay Ayubi, portavoce del governatore di Kandahar. Un medico dell’ospedale di Mirwais, a Kandahar, ha poi detto che la donna è stata colpita alla testa: il figlio, in gravi condizioni, è in coma. La poliziotta aveva ricevuto più volte avvertimenti dai taleban ed era già scampata a tentativi di assassinio. La rivendicazione dell’omicidio non si è fatta attendere: “Kakar era uno dei nostri bersagli e siamo riusciti a eliminarla” ha dichiarato un portavoce dei taleban, Yusuf Ahmadi.

Kakar è entrata nella polizia nel 1982: erano già agenti suo padre e i fratelli. Ma all’arrivo al potere dei taleban è fuggita dal paese: i miliziani avevano proibito alle donne di lavorare. Poi riprende le sue funzioni dopo la caduta del loro regime, alla fine del 2001. Di lei si era parlato in numerosi articoli della stampa afghana e internazionale. Aveva preso parte anche ad operazioni di sequestro di armi e di droga nella zona di Kandahar. Una fonte di polizia locale, che ha richiesto l’anonimato, ha detto che la collega “era stata la prima donna ad essere assoldata in polizia dopo la caduta dei taleban. Era molto rispettata a Kandahar, non girava mai senza armi ed era sempre in compagnia di un uomo della sua famiglia”.

Fonte: Panorama.it

Annunci

Una risposta a “Lutto per la Pace: uccisa Malalai Kakar

  1. Una donna così muore per i suoi cari, e la sua mancanza è grande… ma non muore nel mondo: vive nelle donne che hanno scoperto la libertà, che hanno imparato il coraggio delle proprie scelte e il senso del combattere insieme!
    Donne così non muoiono!
    Fausta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...