Ciao…

Se penso a te mi vieni in mente il film “Il Pesce Innamorato”.
L’avevi su pc e ancora ricordo il ridere che ci siamo fatti con la scena della pinoleria.
Quante volte sei venuto a farmi ridere in camera?
Quante venivi ad imboccarmi per farmi mangiare anche se non ne avevo voglia?
E quante altre facevo giocare i bambini mentre asciugavi le lacrime ad una donna troppo innamorata per poter accettare quello che ti stava capitando?
Mi hai telefonato tante volte in questi giorni per chiedermi di papà, ma anche per sapere come stavo io.
Ho ancora addosso il tuo profumo alla lavanda dell’ultima volta che ci siamo visti, quando sono corsa da te a dirti che stavo bene. E te lo dicevo con un fil di voce perché erano ormai sei giorni che non ti alzavi da quel letto. Non mi hai abbracciata. Era come se mi volessi stringere così tanto da farmi entrare in te. E le parole che ci siamo detti in quei secondi resteranno solo nostre.

Gli ultimi sms ieri sera.
So che la mattina facevi le terapie, e vedere il tuo nome lampeggiare sullo schermo del cellulare mi ha stupita.
E’ riuscita a dirmi solo “ciao…” prima di scoppiare a piangere.
Sto piangendo, anche se so quanto la cosa ti stia facendo dispiacere.

Voglio ricordarti con una canzone che mi cantavi sempre, anche al telefono.
E non perché mi piacesse.
Continuavi a cantarla perché sapevi quanto l’odiassi!
Mi facevi sempre ridere…anche perché il tuo inglese non era proprio un granchè…e mi chiamavi “la maestrina dalla penna rossa” quando ti correggevo.

Ciao Gianluca…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...