Libano: ai militari italiani l’ONU Peacekeeping Medal

Nella base italiana di Shama, nel sud del Libano, si é svolta a fine settembre la Medal Parade, cerimonia di consegna delle ”United Nations Peacekeeping Medals” ai contingenti italiano e sloveno che operano agli ordini del Generale di Brigata Carmelo De Cicco, Comandante del Sector West della Missione Onu Unifil – basato sulla 132° Brigata Corazzata Ariete, nel quadro dell’Operazione di peacekeeping Leonte 6.
Alla cerimonia, oltre al Generale De Cicco, sono intervenuti l’Ambasciatore d’Italia in Libano Gabriele Checchia, il Comandante della missione Unifil, Generale Claudio Graziano, il ”Director Mission Support” di Unifil, Girish Sinha, i Consoli Onorari d’Italia e Slovenia, rispettivamente Ahmad Seklaoui e Raymond El-Hachem, ufficiali delle Forze Armate Libanesi e del Comando di Unifil, autorita’ locali civili e religiose.
In segno di apprezzamento per l’aiuto dato dal parlamento regionale, il sindaco di Marakah (Libano) ha conferito la cittadinanza onoraria al presidente del Consiglio regionale della Toscana Riccardo Nencini (nella foto) e al consigliere Marco Carraresi (Udc), in Libano per inaugurare il centro di attività culturali finanziato (15.000 euro) dal Consiglio regionale.
Il progetto
Si tratta di una struttura finanziata su proposta della Cellula di Cooperazione civile e militare di UNIFIL (Forza di Interposizione in Libano delle Nazioni Unite).
Un intervento destinato in particolare ai giovani, che in terre ancora segnate dal conflitto del 2006 e attraversate pesanti tensioni hanno bisogno di formazione e possibilità di aggregazione”.
Il progetto, realizzato dal Contingente Italiano in Libano, condotto dall’Organizzazione non Governativa INTERSOS e finanziato dal Consiglio regionale della Toscana, ha permesso la ristrutturazione e la fornitura di arredi e computer per il centro dove si svolgeranno corsi e attività culturali per la comunità di Marakah, di circa 15.000 abitanti. La missione è conseguenza dei primi contatti avviati in Libano nell’agosto 2007, quando Nencini visitò il contingente italiano UNIFIL a Tibnin ed ebbe modo di incontrare autorità locali e rappresentanti di Organizzazioni non governative italiane operanti sul territorio.
La firma dell’accordo di partenariato tra Regione Toscana (Giunta regionale e Consiglio regionale) e la cellula G9 di Cooperazione civile e militare del Contingente Italiano in Libano, lo scorso giugno, ha permesso la realizzazione dell’iniziativa che coinvolge anche la municipalità di Marakah, i rappresentanti delle associazioni locali, i servizi sociali territoriali e il Comitato dei Giovani di Marakah.

Fonte: Assadakah

libano

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...