Stop ai body scanners: costosi e non funzionano a dovere

Non hanno superato l’esame dei sei mesi di sperimentazione negli aeroporti italiani.
Così, i body scanner presto saranno congedati.
I tecnici di Enac ed Enav, gli enti che si occupano dell’assistenza in volo, sono orientati per un parere negativo nella riunione di Cisa, il comitato interministariale sulla sicurezza.
I macchinari, costati due milioni, allungano i tempi dei controlli e non sono sicuri perché non esplorano aree sensibili.
Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, i body scanner richiedono troppo tempo per esaminare una persona, più di quanto ne occorra per l’ispezione manuale. Inoltre, per il rispetto della privacy, vi sono alcune parti del corpo che vengono tenute non visibili.
Ma, proprio in quelle, eventuali terroristi potrebbero nascondere armi. E’ già successo a Natale, sul volo Amsterdam-New York della Delta Airlines, quando un nigeriano riuscì ad eludere i controlli e si imbarcò con un ordigno rudimentale nelle mutande.
Lo stop definitivo negli scali italiani non è ancora prevedibile.
Tuttavia, a Venezia e a Palermo il macchinario è già stato spento.
A Roma la decisione di non utilizzarlo più è già stata presa e ci si aspetta che anche Milano seguirà lo stesso orientamento.

Fonte: TGCom.

Annunci

3 risposte a “Stop ai body scanners: costosi e non funzionano a dovere

  1. Altro denaro sprecato………….

    • Denaro sprecatissimo, fin dal principio. Perché troveranno sempre nuovi e più sofisticati mezzi per nascondere l’esplosivo da portare a bordo, sotto le forme più disparate.

  2. Non hanno superato l’esame dei sei mesi di sperimentazione negli aeroporti italiani.Così, i body scanner presto saranno congedati.I tecnici di Enac ed Enav, gli enti che si occupano dell’assistenza in volo, sono orientati per un parere negativo nella riunione di Cisa, il comitato interministariale sulla sicurezza.I macchinari, costati due milioni, allungano i tempi dei controlli e non sono sicuri perché non esplorano aree sensibili.Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, i body scanner richiedono troppo tempo per esaminare una persona, più di quanto ne occorra per l’ispezione manuale. Inoltre, per il rispetto della privacy, vi sono alcune parti del corpo che vengono tenute non visibili.Ma, proprio in quelle, eventuali terroristi potrebbero nascondere armi. E’ già successo a Natale, sul volo Amsterdam-New York della Delta Airlines, quando un nigeriano riuscì ad eludere i controlli e si imbarcò con un ordigno rudimentale nelle mutande.Lo stop definitivo negli scali italiani non è ancora prevedibile.Tuttavia, a Venezia e a Palermo il macchinario è già stato spento.A Roma la decisione di non utilizzarlo più è già stata presa e ci si aspetta che anche Milano seguirà lo stesso orientamento.
    +1

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...